Crea sito
Tag Archives: microsoft
Windows 10 : “Dopo averlo provato, ecco le mie impressioni!”
windows_10_blue-wallpaper-1366x768

Oramai è gia da un paio di settimane, che la Microsoft, ha rilasciato al pubblico la versione finale di Windows 10 RTM, ho voluto aspettare tutto questo tempo, prima di scrivere le mie opinioni, poichè volevo testare bene il sistema prima di esprimermi, infatti premetto che ho provato il sistema Windows 10 PRO X64 su due computer differenti, ma ora non perdiamoci in poesie e vediamo cosa mi ha convinto e cosa mi ha lasciato perplesso di questo nuovo sistema.

Del nuovo sistema di Microsoft, mi è particolarmente piaciuta l’ implementazione completa con i servizi di Windows Live, che erano presenti gia in Windows 8.1, ma in maniera leggermente differente, anche l’ assistente vocale Cortana, mi ha dato buone impressioni, ma lo considero abbastanza inutile su sistemi desktop, mentre è sicuramente più funzionale sugli smartphone.

Altra caratteristica interessante, è l’ abbandono del vecchio Kernel 6.0, rilasciato la prima volta nel 2007 con il sistema diversamente operativo MS Windows Vista, per farl strada al nuovo Kernel 10.0, che sarà condiviso sia dalla versione Desktop che Smartphone di Windows 10, portando anche ad un unificazione dello Store delle applicazioni.

Sicuramente un altro punto a favore è sicuramente il ritorno del menu START, tanto acclamato dagli utenti dopo la rimozione in Windows 8.

desk+startAltro strumento interessante è il “Visualizzazione Attività”, tool che mi ricorda molto “Attività” del ambiente Desktop GNOME 3 su i sistemi Linux-Based. (però lo so per molti di voi è impossibile sono io che ho le visioni).

GNOME 3 (anno 2011):                                                                                           Windows 10 (anno 2015):

window-selection-3.12tasks

 

 

 

Ora analizzando bene le foto, si vede benissimo che è stato preso spunto da GNOME 3, l’ unica differenza che GNOME è sviluppato da ragazzi come noi che non puntano ad una retribuzione economica, mentre lo strumento presente in Windows 10 è sviluppato da una multinazionale che fattura miliardi di dollari ogni anno.

Ma ora le belle parole per Winows 10 sono finite, vediamo quali sono i punti focali che mi hanno lasciato perplesso, che compromettono l’ usabilità del software.

  1. Lo sviluppo del nuovo browser Micrsoft EDGE, è praticamente inutile, poichè Internet Explore 11 è ancora presente e ben ramificato nel sistema, e come se non bastasse, ho aperto EDGE appena completata l’ installazione del sistema e quei due minuti buoni nella quale è stato in esecuzione gli sono bastati per bloccare completamente il sistema, costringendomi ad un reset forzato.
  2. L’ assistente vocale Cortana mantiene il microfono costantemente in background, anche quando non lo utilizziamo.
  3. Dopo aver completato l’ installazione, prima che si avvi il desktop, durante la scelta sulla configurazione del dispositivo, dopo aver apportato le necessarie modifiche il sistema si è riavviato automaticamente, e alla riaccensione, mi ha chiesto di nuovo di configurare le mie impostazione (Mi è successo su entrambi i PC, quindi deduco che sia un BUG del installer del sistema).
  4. Dopo aver configurato il sistema, prima dell’ avvio del desktop, durante l’ installazione delle APP essenziali, in entrambi i PC mi è uscito questo messagio:In merito a questo messaggio, vi assicuro che entrambi i PC hanno delle ottime caratteristiche Hardware.Jpeg
  5. L’ integrazione con Windows Defender è troppo invasiva, è rimane attivo anche quando proviamo a disabilitarlo.

 

 

Detto questo, spero di avervi chiarito le idee sul nuovo sistema operativo di casa Microsoft, ora resta solo a voi scegliere se acquistarlo e contribuire al riempire il portafoglio ad una delle più ricche e potenti multinazionali del intero pianeta, oppure optare su un sistema Linux, che oltre ad essere completamente gratuito, è anche Open Source!

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Ottenere Windows Phone 8.1 Devenloper Preview!

windows_phone_8_12

Oggi verso le ore 13:00 Italiane la Microsoft ha rilasciato l’ aggiornamento Microsoft Windows Phone 8.1 a tutti gli uenti iscritti al progetto di sviluppo Microsoft, attendendo la relase ufficiale in arrivo per il mese di Giungno.

Adesso, se non state nella pelle, e voltete provare subito questo nuovo sistema operativo sul vostro Smartphone, ma non siete sviluppatori, poco male, perchè vi basterà iscrivervi al progetto Microsoft App Studio.

Una volta iscritti al progetto tramite il vostro account di microsoft che utilizzate anche sul vostro Windows Phone, accedete allo store del cellulare e scaricate l’ applicazione Preview for Devenlopers;

Una volta installata l’ applicazione eseguitela, accettate tutti i termini di utilizzo ed accedete al vostro account microsoft, una volta eseguito il login spuntate la voce “Enable Preview for Devenlopers“, e cliccate il tasto Done, fatto ciò vi basterà andare in Impostazioni > Aggiornamenti ed installare prima un aggiornamento, completato il primo eseguirne un secondo, che sarebbe l’ effettivo WIndows Phonw 8.1.

Ricordatevi inoltre che questo aggiornamento non cancellerà alcuni file personale dalla memoria del telefono.

Note:

Una volta installato l’ aggiornamento Windows 8.1 Devenlopers Preview, il cellulare è invalidato da garanzia.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Un pony come alternativa a jDownloader, gestione di download a confronto (mipony)

jdownloader-mipony

Dopo l’ articolo sui vantaggi delle reti IRC, ecco anche quello su i DirectDownload.

Nonostante oggigiorno, sempre più persone preferisco utilizzare la via del P2P, per scaricare i propri film o giochi preferiti, in termini di sicurezza, è sempre meglio utilizzare i DirectDownload.

Per poter fare ciò, esistevano numerosi forum, che contenevano i link diretti per ogni sito di FileSharing, come DownloadZoneForum o AnimeOnline (giusto per citarvi i più utilizzati), ma dopo la chiusura di essi e del grande colossi MegaUpload, questi tipi di downlaod, sono stati abbandonati da gran parte degli utenti.
Pochi sanno però che nonostante non esistino iù questi siti, in rete ci sono molti motori di ricerca simili a google, che permettono di indirizzarti a questi tipi di link, su alcuni dei siti ancora aperti.

Questi motori sono “RAPIDSHAREMIX” e “MEGA-SEARCH“…

Ma per chi in passato ha utilizzato questo tipo di download, saprà sicuramente che ogni files era compresso in più parti, e il più delle volte ognuno di essi aveva un link per i conti sui.

Giunti a questo punto ci si trovava dinanzi ad un bivio, o aspettavate che scaricasse una parte, per poi subito cliccare sul kink per la parte successiva o ci si affidava ad un DownloadManager, il quale più delle volte era jDownloader.

jDownloader era un software free scritto in java, che personalmente ho utilizzato per moltissimo tempo, che erò nelle ultime versioni, è stata eliminata la possibilità di gestire dei download provenienti da alcuni siti di FileSharing, ed era anche un software abbastanza ingombrante, non tanto per la grandezza in MB, ma per quanto riguardava la gestione delle risorse.

Detto questo, oggi vi presento un nuovo software, che svolge le stesse identiche funzioni di jdownloader…

Il software in questione si chiama MiPony, molto probabilmente il nome è uno sfottò verso eMule, pert chi volesse provare il software basta cliccare sull’ immagine in basso:

mipony___icon_by_pennel-d33agcj

Attenzione: Alcuni antivirus, potrebbero rilevare il file di setup, come virus, ma è semplicemente un falso-positivo niente paura!

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Come scaricare giochi, musica, film e software in modo sicuro (IRC)?

msp430_ircl_channel_43oh

Dopo la chiusura di Megaupload per merito della FBI (circa 1 anno fà), molti siti di file hosting come rapidshare e 4shared, hanno provveduto ha cencellare quasi la totalità dei file sui loro server per evitare in incomebre nello stesso destino del sito di proprietà della società “Megaupload-Limited”.
Questo evento ha spinto molte persone a cercare un adeguata alternativa, per scaricare materiale protetto da copiright.
Alcuni di essi hanno trovato consolazione nell’ immenso mondo del P2P, con software del tipo di eMule e uTottent, altri aspettanp con pazienza che il nuovo sito aperto da “Kim Dotcom” Mega.co.nz, che dovrebbe essere il successore di Megaupload, difatti il signor Dotcom, è anche lo stesso creatore di Megapload.
Altri invece, non gradendo la scarsa sicurezza di questi protocolli, hanno trovato rifugio in un protocollo, fino a poco tempo fà sconosciuto per la maggior parte degli utenti.
Esso è il protocollo IRC, che nasce come protocollo che permette la messaggeristica istantania tra utenti distribuiti in varie stanze di svariati Server sparsi per il mondo, nella quale con il passare del tempo sono nati sempre più server (tipo Darksin), che sfruttano le potenzialità di questo protocollo, per mandare dei files a tutti gli utenti che ne facciano richiesta.
Per utilizzare questo protocollo, i software migliori per MS WIndows sono sicuramente mIRC e XDCCMULE (versione automatizzata è implementata da qualche plugin di mIRC) i quali sono a pagamento, mentre per Linux si giocano il posto di reggina il software “Konversation” e “xChat”, l’ unica effettiva differenza tra i due è l’ interfaccia, la quale nel primo è pià simile a mIRC, mentre nel secondo è più leggera e minimale.
Per saperne di più vi consiglio di visualizzare queste mie video guide su come utilizzare questi software.

“mIRC”

“XDCCMULE”

“KONVERSATION”

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Perchè non utilizzare MS Office per creare i propri documenti!

office2007logo

In questo articolo vi parlerò del perchè non utilizzare la famosissima souite per l’ ufficio MS Office, la quale è lagamente utilizzata sia da utenti privati che da aziende e uffici statali per la stilatura di documenti ufficiali.

Premetto che questo articolo non ha lo scopo di diffamare il software MS Office, ma semplicemente di mettere in guarda gli utenti da i richi che provengono dai file scritti con questo software, volendo semplicemente mettere al corrente l’ utente dall’ esistenza di software più sicuro, che permette di svolgere le stesse attività che vi offiriva MS Office.

Uno dei problemi principali dei documenti creati con la suite di casa Microst è sicuramente la perdita delle chiavi di codifica con il passare del tempo, infatti non sono pochi i casi di documenti ufficiali, che venendo scritti con una versione obsoleta del software con il passare degli anni sono diventati illeggibili, poichè le versioni nuove non contenevano la chiave di codifica necessaria per permettere la lettura del file.

Un altro inconveniete non meno grave del primo è che i file .DOC e via dicendo, sono portatori di viru, poichè in esso è possibile implementare una piccola stringa di codice “MACRO”, scritta in Visual Basic, che permette l’ esecuzione di operazioni in maniera del tutto automatica sul file.

Terzo è ultimo “problema” deriva dal software MS Access, software largamente utilizzato per la creazione di database. Il problema legato a questo software, è principalmente rivolto verso i programmatori o sviluppatori di pagine Web, poichè esso per ogni versione del programma (2003-2007-2010-2013) utilizza delle stringhe di connessione sempre diverse, e questo spesso rende impossibile implementare un database scritto con una versione aggiornata di Access (in alcuni casi non funzionano neanche i database di access 2007) nella propria pagina web per il semplice motivo che i gestori del server nella quale “alloggia” il nostro sito web non hanno ancora installato sulla macchina un driver che permette la gestione di questo tipo di database, problema che non sussiste ad esempio nei database di Oracle, la quale stringa di connessione non cambia da un bel po’ di anni!.

Detto questo consiglio a chi ha voglia di cambiare, l’ utilizzo del Software Open Source

“Apache Open Office”, il quale offre tutte le stesse funzioni della souite MS Office, senza mandare l’ utente in contro ai problemi sopra elencati.

Spero che questo articolo vi sia risultato utile 😉

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

ChatClicca per chattare!+