Crea sito
CodingGround : “Una raccolta di compilatori online”

Qualche giorno fa, frugando sul web, mi sono imbattuto in un curioso sito web di nome CodingGround, che permette di programmare software  desktop sfruttando l’ emulazione web della Shell di Linux opportunamente integrata con i compilatori di cui abbiamo bisogno.

GNU_Compiler_Collection_logo

I linguaggi supportati dal prodotto sono tantissimi, vediamo i più comuni:

  • Algol 68;
  • Assembly (qui ancora devo capire a quale architettura fa riferimento);
  • Bash;
  • Basic;
  • C;
  • CSS3;
  • C++;
  • C#;
  • Fortran;
  • HTML (è un linguaggio di Markup, e permette di visualizzare le pagine scritte);
  • JAVA;
  • JAVA Script;
  • Lisp;
  • MathML;
  • ObjectiveC;
  • OCaml;
  • Pascal;
  • Perl;
  • PHP;
  • Python 2-3;
  • Ruby;
  • SQL Lite;
  • Visual Basic (VB.NET);

Schermata da 2015-01-31 18:17:51Con questa piattaforma, ho già scritto molti programmi sia in C,C++ che C#, e sembra funzionare bene, unica cosa che non ho capito oltre al discorso su quale architettura di CPU supporti l’ Assembly e il fatto che appaiono circa tre collegamenti diversi per C++, che però ho notato utilizzare sempre lo stesso compilatore.

Se qualcuno conosce la differenza mi faccia sapere.

Per accedere al sito basta cliccare su questo collegamento

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

One thought on “CodingGround : “Una raccolta di compilatori online”

  1. Davvero molto utile.
    Complimenti per l’articolo ed il blog. :smile:
    Peccato che l’app mobile che propone il sito CodingGround sia solo un tutorial (almeno quello che sembra dalla descrizione) e quindi senza possibilità di emulare la shell per compilare ed eseguire, come è possibile fare dal sito web. Risulta anche a te che sia così?
    Inoltre non è disponibile per android 5, ma solo precedenti.
    L’Assemby, ad occhio, mi sembra quello Intel x86. Spero di non sbagliarmi.
    Per il C++, l’unica spegazione plausibile che ho trovato è

    C++ and C Standards are usually named after the year they are published in, which makes it easier to remember by.

    For example, in C++, the original Standard was published in 1998, so we talk about C++98, and when we refer to its first correction, published in 2003, we talk about C++03.

    It had been purported that the next Standard after would be done for 2008, but since it was uncertain, it was dubbed C++0x, where the x stood for either 8 or 9. In practice though, as we all know, the planning shifted and so we end-up with C++11.

    Still, for the next version (C++1x), Bjarne Stroustrup stated his intent to do it in 5 years (so about 2016). For now, there are changes envisionned to the core language (concepts, modules and garbage collection), and the focus seems to be more on extending the library (filesystem for example), but it’s still early so who knows!”
    ref. http://stackoverflow.com/questions/9538701/what-is-the-difference-between-c0x-and-c11

Comments are closed.

ChatClicca per chattare!+
Email
Print