Crea sito
Category Archives: Internet
Chat segrete: Il lato nascosto del Web!

deep_web

Quanti di voi hanno sentito parlare del Deep Web?

Per chi non lo conoscesse, esso è quella parte del web non indicizzata dai normali motori di ricerca, circa 600 milardi di pagine Web.

Questo tipo di web, in italiano viene chiamato web sommerso, per la sua struttura a strati,  con il quale più si scende verso il basso è più si dispone di contenuti proibiti, ma dato che non ho intenzione di pubbilcare un articolo sul Deep Web, ma su una rete di chat che ha lo stesso funzionamento, non voglio soffermarmi troppo nel suo aspetto tecinico.

Fatta questa premessa facciamo iniziamo con l’ articolo vero e proprio:

I servizi di messageristica istantanea (CHAT), offrono la possibilità di mettere in comunicazione due utenti ad enormi distanze fisiche, basta che si utilizzino software che utilizzino lo stesso protocollo di trasmissione, l’ unico problema è che molti di questi software utilizzano protocolli poco sicuri, i quali permettono ad un malintenzionato la possibilità di “Sniffare” i pacchetti che contengono il messaggio, a volte anche rivelando la posizione fisica del client che ha inviato il messaggio (Alcuni software utilizzano per le richieste di connessione il protocollo ARP!!!).

Quindi qui sorge un problema, ora se un Azienda informatica o più comunemente due malintenzionati vogliono scambiare informazioni di segrete che se intercettate possono compromettere anni ed anni di lavoro, come deve muoversi con questi software?

Per quanto riguarda le aziende la cosa è molto semplice, poichè negli ultimi anni hanno sviluppato dei protocolli di trasmissione proprietari, il che significa che solo loro sanno come realmente funziona quell’ algoritmo, mentre due malintenzionati, su internet più comunemente chiamati erroneamente Hacker, vogliano comunicare informazioni relative ad un attacco o qualsiasi cosa sia sia affidano ad un software del quale non posso pubblicare il nome per motivi di sicurezza, ma se a qualcuno interessa per scopi puramente didattici può contattarmi privatamente.

Esso è un software che sfrutta il lato più nascosto del DeepWeb, ciè la rete ONION, che è di fatto la parte più basse della visione modulistica del Web Sommerso, una rete talmente ben nascosta che per accedervi direttamente sono richieste doti al di fuori del comune, di fatto è la rete utilizzata da Anonymus per pianificare i propri attacchi a siti web e via dicendo, essendo molto difficile da individuare anche alle forze di polizia.

Questo articolo è solo una piccolissima introduzione all’ argomento, se qualcuno vuole approfondire mi contatti privatamente, poiché non ho alcuna intenzione di dare la possibilità di far chiudere anche questo sito.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Che tipi di password scegliere per i miei siti preferiti?

Password_AGICOPS_IT

Salve a tutti, oggi voglio scrivere questo articolo per aiutarvi a difendervi da possibili attacchi Hacker su i vari servizi disponibili sulla rete (es. Facebook, Google, Twitter ecc.).

Una password sicura non deve contenere i relativi dati:

  • Vostro nome o cognome (maiuscolo o minuscolo che sia);
  • Vostra data di nascita (in alcun formato);
  • Termini di dizionario (qualsiasi lingua);
  • Nome di persone di vostro interesse (cantanti, fidanzate e via dicendo);

Rispettare questi 4 semplici punti, può garantirvi l’ immunità da attacchi di tipo Dizionario.

Poichè questo tipo di attacco, sfrutta metodo molto semplice ma allo stesso tempo funzionale, poiché fa interagire un software con un file di testo contenete vari termini di dizionario compresi molti nomi e via dicendo (Attenzione, Hacker di una certa esperienza integrano il software direttamente con delle librerie DLL) eseguendo delle richieste di connessione al server, utilizzando il vostro username finché non sono è stata completata la lettura del file o finché non ne sia stato garantito l’ accesso.

Computers_Password_guessing_041153_

Per un attacco BruteForce (Metodo Forza Bruta), le cose si fanno molto più ostili, poiché implementa un algoritmo molto più complesso del dizionario, eseguendo delle richieste di connessione con varie password di caratteri casuali, finché dal server non ne viene garantito l’ accesso. Detto questo vediamo come possiamo difenderci anche da questo tipo di attacco:

  • Utilizzare con alternanza Maiuscole e minuscole;
  • Utilizzare password alfanumeriche;
  • Utilizzare caratteri speciali (&, $, _ , # ecc.);
  • Utilizzare password molto lunghe (da 8 a svariati caratteri);

Rispettando queste ultime 4 regole, con quelle elencate in precedenza, può veramente rendere la vostra esperienza su Internet molto più sicura!

Ma non è tutto qui, voglio darvi altri due consigli per le vostre password, in modo da massimizzare la sicurezza:

  • Non utilizzare mai la stessa password su più servizi differenti;
  • Cambiare periodicamente le vostre password (almeno una volta al mese);
  • Non trascrivere le password ne su documenti cartacei ne elettronici;
  • Accedere ai vostri servizi utilizzando solo protocolli di connessione crittografati (HTTPS).

Ad esempio oggi voglio farvi vedere una mia vecchia password che utilizzavo per accedere ad un servizio oramai chiuso (per ovvie ragioni oscurerò comunque una parte di essa):

yfkbb-pqjjv************-2v3x8 (25 caratteri alfa numerici).

 

ma se non avete voglia di crearvi una password così complessa da soli, possono venirvi in contro dei software che le generano automaticamente.

Cosa che comunque mi sento di sconsigliare, poiché seguendo un algoritmo preimpostato è abbastanza facile da integrare in un bruteForce.

Però consiglio caldamente l’ utilizzo di un software per la gestione delle vostre password, utilizzando però solo software prodotti da software house rispettabili.

Attenzione: Ovviamente quando si parla di internet niente è al sicuro, però questa guida può aiutarvi a ridurre drasticamente le visite indesiderate su i vostri profili.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
La guerra dei Browser!: “Quale Scegliere?”

Con il passare degli anni la concorrenza tra diversi browser si fa sempre più agguerrita.

browser-wars

Ricordate quei tempi quando l’ unica soluzione valida ad Internet Explorer era NetScape?

Come nel’ articolo sul migliore antivirus, non mi sento di stilare una classifica, ma solo di descrivere i pro ed i contro dei relativi prodotti confrontati.

I browser confrontati saranno Mozilla Firefox 31, Google Chrome 36,Comodo Dragon 33, Internet Explorer 11 ed Opera 22, non inserisco Apple Safari, poiché il suo supporto per piattaforme Microsoft è stato abbandonato.

  • firefox-256Mozilla Firefox

Nonostante molti utenti hanno abbandonato questo software per passare a Google Chrome riesce ancora ad affermarsi come il miglior browser sulla piazza in quanto a completezza ed efficienza, vanta dalla sua uno dei migliori parchi di Plugin disponibili, ed inoltre questo software, nonostante venga sviluppato da comunità di software libero, che ha un esperienza di sviluppo in quanto a browser sicuramente maggiore rispetto ad alcuni dei suoi concorrenti, peccato che sia uno dei browser più lenti per la visualizzazione di contenuti multimediali e di applicazioni Web.

 

  • Google Chrome
    new-google-chrome-logo

Browser sviluppato dalla Google inc. è il browser più giovane del confronto, ma forse l’ unico che ha saputo coinvolgere una grandissima fetta di pubblico nel minor tempo possibile, grazie alla sua interfaccia semplice e pulita, ma in pieno stile Modern, abbinata ad una velocità e leggerezza senza paragoni, viene rilasciato con Adobe Flash Player installato di default. Anche esso come Firefox, vanta un enorme parco Plugin installabili, in modo da amplificare le funzioni del Browser, è anche molto veloce nell’ apertura di contenuti multimediali, peccato che secondo test ufficiali risulti ancora leggermente più lento di Firefox nel caricamento delle pagine.

 

  • Comodo Dragon
    comodo-dragon-01-256x256

Sviluppato dalla Comodo, una delle software house di sicurezza informatica più rinomata ed influente, offre un servizio di navigazione sicura, utilizzando dei DNS interni proprietari. Peccato che dietro questo software si nasconde il cuore di Google Chrome con il quale non ha nessuna reale differenza.

 

  • Microsoft Internet Explorer
    How-to-Run-Internet-Explorer-on-Mac-OS-X-391323-2

Browser screditato da chiunque avesse un po’ di sale in zucca e qualche nozione basilare di sicurezza informatica, ha saputo però in questo ultimo decennio però ritornare competitivo attestandosi su livelli “accettabili”, è attualmente il secondo browser più utilizzato su scala mondiale, distaccato enormemente da Chrome, da tenere in considerazione però che Internet Explorer è il browser di default di Microsoft Windows (cosa che ha portato alla Microsoft non pochi problemi legali principalmente nella Comunità Europea, poichè non a norma con le leggi sulla concorenza attualmenti presenti), che è il sistema operativo più diffuso al mondo. E’ inoltre primatista assoluto per quanto riguarda l’ avvio a freddo rispetto ad i tempi registrati dai suoi concorrenti. Un grande fattore da non trascurare è il fatto che è il browser più soggetto ad attacchi da parte di Hacker, poichè in passato conteneva un Bug che permetteva di assumere il controllo remoto dell’ intero sistema.

 

  • Opera Browser OperaLogo

Browser che da tempo è riuscito ad accaparrarsi una ristretta fetta di pubblico ma affezionatissima al prodotto, si presenta con una grafica accattivante e moderna, cosa che però compromettente in termini di prestazioni su hardware nemmeno molto obsoleti. Offre senza dubbio un gestore di Downloads integrato nettamente superiore ad alti browser. Da tenere anche in considerazione che alcune versioni permettono anche il download di file sfruttando la rete P2P senza utilizzo di software aggiuntivo.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Antivirus Gratuiti: Ecco i migliori!!!

Nonostante i nuovi sistemi operativi di casa Microsoft offrono un servizio di difesa dai Malware integrato, esso è molto superficiale, e si limita ad un controllo prevalentemente basato sulla scansione del comportamento di alcuni file e delle interazioni dell’ utente con i diversi software.

perche-pagare-scegli-un-antivirus-gratuito

Quindi oggi voglio elencarvi a parere mio alcuni dei migliori antivirus “gratuiti” disponibili.

Non voglio creare una classifica, poiché molti di questi antivirus, si differenziano principalmente per i vari tipi di utenza

  • AVAST Antivirus Freeavast_antivirus

Avast è sicuramente la soluzione per chi vuole la massima protezione dalle nuove e numerosissime minacce della rete, e che in oltre può contare su un computer veloce e performante, dato che nonostante sia riconosciuto dalla sua casa produttrice come uno degli antivirus più leggeri sulla piazza, esso nell’ esperienza quotidiana risulti bruciare moltissime risorse Hardware.

Avira-Free-Antivirus-2012

  • Avira Free Antivirus

Questo antivirus, che in passato è stato screditato da molti utenti e giornali riguardanti la sicurezza informatica, ha saputo negli ultimi tempi affermarsi sicuramente come uno dei migliori antivirus gratuiti presenti sul mercato, offrendo senza dubbio il migliore motore di ricerca delle infezioni, rendendolo l’ antivirus più efficiente di tutti. Il quale è anche molto leggero ed è quindi installabile su delle macchine relativamente obsolete. Unico punto debole è la segnalazione di qualche falso positivo di troppo rispetto i normali antivirus.

 

  • AVG Free 2014 AVG LOGO_3D_4 flags_FINAL_lens letters

AVG Antivirus, è sicuramente uno dei prodotti più conosciuti sul mercato, poiché è in grado di offrire un ottimo servizio di ricerca delle infezioni, abbinato ad una bassa richiesta di risorse hardware, peccato che molti dei suoi servizi migliori, come l’ ottimizzazione del sistema sia disponibile solo acquistando una licenza Premium. Detto questo è un antivirus abbastanza anonimo sia per funzionamento che per caratteristiche.

 

  • Panda Cloud Antiviruspanda_cloud_antivirus_free

Questo antivirus, da molti considerato come un prodotto piuttosto scadente, è in realtà un ottimo software con il quale proteggere il vostro PC, poiché ha delle funzioni molto peculiari, prima su tutte è che il database delle firme dei virus è contenuto in un archivio online, il quale non risiedendo nel vostro sistema, non necessità di essere aggiornato periodicamente dal software, poiché ogni volta che avvierete una scansione con questo software, esso accederà direttamente alla versione del database più aggiornata disponibile (da questo il nome Cloud). In oltre è capace di effettuare delle scansioni in tempi molto più ridotti rispetto ad i suoi concorrenti, ed è anche quello che richiede meno risorse al sistema per poter funzionare, rendendolo adatto anche ai PC meno potenti.

  • antimalwareMalwarebytes: Anti-Malware:

A differenza di tutti gli antivirus da me elencati, Anti-malware, nella sua versione Free non dispone di un servizio di protezione in tempo reale, però lo considero egualmente un ottimo software di protezione, poiché integra uno dei migliori software per la scansione Euristica, riuscendo ad individuare infezioni sfuggite ad alti antivirus, peccato che con alcune minacce, specialmente con i Worms, non riesce a risanare completamente l’ infezione, ed è proprio per questo motivo che consiglio di installare questo software accanto ad un altro antivirus, dotato di protezione in tempo reale (Dato che Anti-Malware n’è sprovvisto i due antivirus non vanno in conflitto), in modo da potersi difendere da tutte le minacce della rete.

Nota: Consiglio di installare questo antivirus di fianco a Spyware Terminator (anche esso sprovvisto di protezioniste in tempo reale, “non elenco questo software poiché offre un servizio di difesa prevalentemente orientato verso le infezioni di tipo Spyware”).

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
File Sharing e Film Streaming Bloccati in Italia: “Ecco come accedervi”!

Innanzitutto mi scuso di aver pubblicato questo articolo ad oltre un mese di distanza dall’ ultimo, ma questo è dovuto al fatto che in questi ultimi tempi, mi sto concentrando ad un proggetto per quanto riguarda Windows Phone 8.1, ma ora iniziamo con il nuovo articolo.

Molti di voi sapranno che qualche anno fa che Kim Schmitz, proprietario di Megaupload-Limited, è stato arrestato dalle autorità americane, poichè i sui servizi online quali Megaupload (File Sharing), MegaVideo (Video Sharing) e MegaPorn (Video Sharing a luci rosse), violavano le leggi sul Copiright.

original

Arresto che ha comportato la disconnessione fisica di tutti i server dedicati a questi servizi, ma pochi di voi sapranno che Schmitz, dopo essere stato rilasciato, ha chiesto ed ottenuto di poter riaprire un sito di File Sharing con Dominio Neozelandese (.co.nz), fondano una nuova società chiamata questa volta solo MEGA (mega.co.nz), che offre gli stessi servizi cha ha offerto per anni Megaupload, solo che in Italia, questo nuovo sito, da qualche mesetto è stato oscurato, ciò significa che è ancora fisicamente presente, solo che a cinque possiede IP Italiani, gli è stata negata la connessione, così come altri siti non legati alla società MEGA, che però offrono gli stessi servizi come FireDrive. Quest’ ultimo offre anche un servizio di Streaming integrto.

Ora accedervi è relativamente semplice, basta scegliere tra le seguenti operazioni:

  • Cambiare DNS;
  • Cambiare Proxy;
  • Cambiare indirizzo IP Pubblico;

Per quanto riguarda la prima, ciè cambiare i DNS, esistono svariati modi per per poterlo fare, e svariate Società che offrono ai loro clienti DNS alternativi, con il quale navigare, ma noi ci concentreremo preferibilmente su due servizi, ciè quello di GOOGLE e quello di OPENDNS:

Google: DNS Primario (8.8.8.8); DNS Secondario (8.8.4.4).

OPENDNS: DNS Primario (208.67.222.222); DNS Secondario (208.67.220.220).

ATTENZIONE: Questi DNS, sono dei DNS pubblici, quindi non è garantita alcuna protezione dei vostri dati di navigazione.

 

Invece per quanto riguarda il cambio dei Proxy, esistono svariati software, che ne automatizzano la procedura, primo su tutti è la souite completa TORBrowser, che ho illustrato già in questo articolo.

La terza è ultima scelta è quella di poter modificare il proprio IP Pubblico, utilizzando un Plugin chiamato Anonimox, anche esso illustrato nell’ articolo sopra elencato.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Web Hosting gratuito “Ecco il migliore”!!!

Senza dubbi, il miglior provider di Web Hosting gratuito è Altervista , il quale offrre all’ utente la possibilità di registrare un dominio di terzo livello in modo completamente gratuito del tipo “miosito.altervista.org”.

Logo_AlterVista

Ma ora vediamo i punti di forza di questo sito:

  • Supporto di varie applicazioni (Joomla, WordPress ecc.).
  • Possibilità di creare semplici pagine Web con Alterpages.
  • Possibilità di guadagnare con le pubblicità.
  • 5€ di bonus per l’ iscrizione.

Punti deboli:

  • Non supporta database SQL.
  • Non supporta applicazioni ASP.NET.

Detto questo, che aspettate a registrarvi e aprire un sito.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Disattivare riproduzione automatica video Facebook

Ecco a voi un tutorial su come disabilitare il caricamento automatico dei video  Facebook, cosa che è sicuramente indispensabile, per chi utilizza una connessione a consumo, e che quini eviterà di fargli consumare inutili MB.

  1. Andare sulla freccietta in alto a destra (da dove si esegue la disconnessione) e cliccare su Impostazioni;
  2. Cliccare su video, che si trova come ultima opzione sulla sinistra;
  3. Impostare riproduzione automatica su “Disattiva”;

video_facebook

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Configurare IPv6

http://www.dreamstime.com/-image21137242

Oggi vi voglio mostrare come poter utilizzare gli IPv6 sul vostro pc, ma prima di questo, vediamo cosa sono un po’ più nel dettaglio:

Con la crescita degli utenti su internet, il vecchio metodo di indirizzamento IPv4 in un futuro non troppo lontano, non potrà più identificare univocamente tutti i nodi connessi alla rete poiché il suo limite massimo è 232 dei quali molti sono destinati a particolari usi, e quindi non disponibili per tutti gli utenti, per questo si è pensato di sviluppare un aggiornamento di questo protocollo l’ Ipv6, che è in grado di identificare univocamente 2128 host univocamente nella rete.

Però questo protocollo non è ancora utilizzato da molte applicazioni (es. P2P utilizza ancora Ipv4), questo comporta che non è configurato in modo nativo su molti dei sistemi informatici esistenti.

Anche se l’ ISP Telecom Italia, o per meglio dire Alice, ha dato la possibilità ai propri clienti di utilizzare questo protocollo, mediante la creazione di una connessione PPPoE.

Adesso vediamo un po’ come fare per configurare questi indirizzi:

  1. Apri Centro connessione di rete;
  2. Cliccare su configura nuova connessione;
  3. Scegliere connessione ad Internet;
  4. Scegliere Connessione a Banda Larga (PPPoE);
  5. In nome utente inserire [email protected];
  6. In Password immettere [email protected];
  7. In nome connessione scegliere un nome a piacere;
  8. Cliccare su connetti per eseguire il test di connessione;
  9. Una volta finito cliccare alla rete;

Una volta connessi, aprire il sito TestIPv6, per controllare il corretto funzionamento di questo protocollo;

NOTA: Per poter usufruire di questo servizio bisogna essere dei clienti Alice, ma potrebbe comunque capitare di non riuscire a connettersi alla rete, in questo caso bisogna contattare l’ assistenza telefonica Telecom poiché è probabile che non vi abbiano abilitato il servizio;

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Prime impressioni su Windows Phone 8.1

10173448_878490138834546_600225390_n

Ieri sera ho installato l’ anteprima per sviluppatori di WP 8.1 sul mio smartphone Nokia Lumia 520, quindi in questo articolo vorrei descrivere le mie prime sensazioni su questo nuovissimo aggiornamento.

Durata Installazione:

Il tempo d’ installazione è stato abbastanza lungo, di circa 30-45 minuti e cio deriva specialmente dal fatto che questo aggiornamento per essere instalalto, ha bisogno di un aggiornamento intermedio del software.

Primo Avvio:

Il primo avvio con il nuovo sistema operativo, è molto intuitivo, poichè una volta installato l’ aggiornamento arriva una notifica da Windows Phone, che ci illustrerà il nuovo funzionamento delle applicazioni di sistema. “Il Boot di WP 8.1 è leggermente più lenta di Windows Phone 8”;

Qui di seguito posterò le cose che mi sono piaciute e quelle che mi hanno fatto storciere il naso:

Aspetti positivi:

  • Agguinto il centro notifiche, come nel sistema Android;
  • Possibilità di agguingere una terza colonna nel riquadro START:
  • Possibilità di installare e all’ occorrenza spostare le APP sulla scheda SD;
  • Presente Internet Explorer 11, che permette anche di effettuare il Download dei files;
  • Modalità di lettura peresente su moltissimi siti per Internet Explorer 11;
  • Migliorata la gestione della Batteria e delle APP che ne usufruiscono tramite un apposita APP;
  • Migliorato il software della Wi-Fi con nuove funzioni;
  • Possibilità di aggiornare automaticamente le APP dello store;
  • Store delle Applicazioni rivisto;
  • Possibilità di sincronizzare i contenuti su vari dispositivi tramite l’ account Microsoft;
  • Possibilità di aprire su un altro dispositivo le schede di Internet Explorer;
  • Presente il controllo volume, che separa il volume della suneria con quello del sistema;
  • Possiblità di disattivare la vibrazione in manierà più intuitiva rispetto a WP 8;

Aspetti negativi:

  • Elimata la possibilità di chattare su Facebook tramite l’ applicazzione messaggi;
  • Rivista l’ integrazione con Facebook, ora tutto passa dall’ applicazione ufficiale;
  • L’ applicazioni Giochi è più lenta rispetto alla versione precedente;
  • I giochi vengono anche essi ragruppati nella lista delle Applicazioni;
  • App Musica+Video non più presente, ma la nuova versione di Musica è meno performante;
  • App Video piena di contenuti inutili;
  • Applicazione dei comandi vocali che cambia solo a livello di interfaccia;

In oltre ho anche avuto modo di provare cortana in anteprima, oviamete in lingua ingelese, poichè la versione italiana di Cortana dovrebbe arrivare verso l’ inizio dek 2015.

cortana

Confesso che ero in spasmodica attesa di testare questo software di inteliggenza artificale sviluppato dalla microsoft, ma dopo averlo provato, il mio entusiasmo si è trasformato in angoscia, poichè Cortana, era in grado solamente di risponedermi alle domande più elementari, mentere appena formulavo una domanda pià articolata, avviava la ricerca sul Web. Bisogna anche tenere in considerazione che la versione provata di Cortana è ancora una BETA, quindi sperò che Microsoft, implementi in questo software tante nuove funzioni per poter competere con SIRI di Apple, che “riesce a rispondere” anche a domande del tipo “Siri, dimmi qual’ è il senso della vita” :lol:;

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Come poter scaricare un intero sito Web?

httrack_boxshot

Oggi vi illustrerò un piccolo ma potentissimo software che vi permette di scaricare completamente la quasi totalità dei siti web disponibili su internet. L’ unica differenza che in questo articolo oltre a suggerirvi quale software usare, vi scriverò anche un breve tutorial.

Il software in questione si chiama HTTrack Website Copier, che è su software OpenSource rilascito sotto licenza GPL (GNU General Public License), ed è disponibile per tutti i sistemi operativi da MS Windows a FreeBSD.

Detto questo vediamo da dove scaricare il software:

Colleghiamoci alla pagina per il DOWNLOAD e installiamo il programma;

  1. Apriamo il software, e ci dovremmo trovare di fronte ad una pagina con scritto Benvenuti ecc…;
  2. Clicchiamo sul pulasante Avanti/Next;
  3. Inseriamo il nome del progetto, e la sua categoria (es. facebook, social network);
  4. Diamo anche il percorso nel quale salvare i files (Default “C:\mie pagine web”);
  5. Settiamo il campo azione su “Scarica Il sito web”;
  6. Clicchiamo sul pulsante aggiungi URL, e scriviamo l’ indirizzo del sito da scaricare, lasciando i campi Username e Password liberi, e clicchiamo su Avanti;
  7. Clicchiamo su fine e partira il Download;

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Previous Page · Next Page

ChatClicca per chattare!+